Il blog degli studenti del Bachelor of Arts SUPSI
in Comunicazione Visiva

13/01/2015

Incontro con
Philippe Apeloig





Il 16 ottobre 2014 abbiamo incontrato Philippe Apeloig, type designer e graphic designer, presso la sua esposizione personale Typo Apeloig, tenuta alla Fête du Livre di Aix en Provence (FR). Philippe Apeloig ci parla delle sue esperienze e ci racconta i retroscena della creazione dei suoi eccezionali manifesti.

Philippe Apeloig nasce a Parigi nel 1962. Studia presso la Scuola Superiore di Arti Applicate “Duperré” e presso la Scuola Nazionale di Arti Decorative.
Nel 1983 e nel 1985 effettua due stage ad Amsterdam presso lo studio Total Design, durante i quali si interessa particolarmente alla tipografia.
Nel 1988, con una borsa del Ministero degli Affari Esteri, parte alla volta di Los Angeles per lavorare con April Greiman.
Dopo Los Angeles, Philippe Apéloig torna a Parigi e fonda il proprio studio.
Nel 1993 ottiene la borsa di studio dell’Accademia di Francia a Roma (Villa Médicis) dove si dedicherà alla ricerca nel campo del disegno di caratteri. Dal suo lavoro otterrà il “gold award” dal Tokyo Type Directors Club nel 1995.
Durante il periodo 1992 - 1998, insegna tipografia presso l’ ENSAD (École Nationale des Arts Décoratifs).
Nel 1993 è direttore artistico della rivista “Le Jardin des Modes”.
Nel 1997 diventa consulente artistico del Museo del Louvre.
Nel 1999, Philippe Apéloig viene assunto dalla Cooper Union School di New York quale docente di graphic design, oltre a divenire conservatore del “Herb Lubalin Study Center of Design and Typography”. Rimane negli Stati Uniti fino al 2003.
Nel 2003, rientrato a Parigi, torna al Louvre in qualità di Direttore artistico, posizione che ricoprirà fino al 2008.
Oggi, Philippe Apéloig dirige uno studio che impiega cinque grafici, tra Parigi e New York.
Membro AGI (Alliance Graphique Internationale), nel 2011 è stato nominato Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere.



Articoli correlati

Incontro con
Corbin Mahieu
Senza il design
non potrei vivere.
Studio Völlm + Walthert
Incontro con
Francesca Badalini
Incontro con
Francesco Zizola
Incontro con
Jonas Berthod