Il blog degli studenti del Bachelor of Arts SUPSI
in Comunicazione visiva

23/01/2014

I gesti della musica. Visualizzare l'invisibile per scoprire le forme della musica sinfonica

Sabrina Tambani Tesi di bachelor 2013 Relatori: Franco Cavani, Andrea Bocci

Nei minuti che precedono un concerto c’è ben poco di musicale e armonioso. Il teatro pare gremito di pubblico ma ancora file di persone scorrono fra di loro: chi alla ricerca del proprio posto, chi saluta un vecchio amico, chi si toglie il cappotto, chi già fa previsioni sull’esecuzione. 

Anche sul palco regna lo stesso clima. L’orchestra è disposta in un ordine solo apparente. Alcuni strumentisti si intonano, altri si riscaldano. Al pubblico giunge solamente una gran confusione di rumori e suoni, stridii e note scoordinate.

Appena il direttore compare sulla scena, la confusione sfocia in applauso unanime che lo accompagna fin sul podio. Qui, il maestro si inchina verso il pubblico per poi voltarsi verso l’orchestra: le luci si abbassano e cala il silenzio. 

Il direttore alza le braccia e, con un gesto quasi impercettibile, richiama a sé orchestra e musica, dando il via al concerto. 

Basta solo quel piccolo gesto. 

Ogni appassionato di musica classica è abituato ad assistere a questa sorta di rito, e ogni volta pare così semplice. 

Se così fosse però, qualsiasi direttore potrebbe insegnarci anche solo qualche piccolo gesto e potremmo essere noi stessi direttori e ottenere con facilità l’armonia perfetta da ogni ensemble musicale. Sarebbe entusiasmante, ma il mondo direttoriale è molto più complesso di quel che appare.

 

Questa tesi non ha la pretesa di spiegare in modo esaustivo il ruolo del direttore d’orchestra; al contrario, sarà chiaro fin dall’inizio che non si potrà nemmeno comprenderlo fino in fondo. L’obiettivo cui si tende è piuttosto quello di far comprendere al pubblico l’importanza del gesto direttoriale, mostrandone visivamente il segno, esatto punto d’incontro tra direttore e orchestra, tra fruitore e musica, unico e irripetibile.

Articoli correlati